giovedì, luglio 30, 2009

[Zibaldone] Una giuastallese a Milano

Inizio subito

Fradalla vs VIP + Una guastallese alla Rinascente

Martedì me ne andavo in giro per milano con un allegria e una voglia di vivere pari a questa:


quando mi sembra di vedere Federica Fontana, soubrette sparita dai teleschermi (credo si sia scioperato per giorni e giorni per cotanta mancanza ingiustificata).

La Fontana aveva circa 15cm di riga sotto gli occhi, a confronto Nefertari e Nefertiti sono struccate:


Cmq la bastarda aveva una borsa fighissima che avevo appena finito di ammirare in una vetrina di via Montenapoleone. Per quella borsa stavo anche rivedendo il mio budget prefissato per l'acquisto borsistico, ma quando ho visto il cartellino col prezzo, mi sono spaventata e mi sono venuti i capelli grigi. 15.000€ mi paiono un po' troppi.

Sempre navigando per Milano, ci mancava poco che facessi il tristissimo trenino PEPEPEPE per via Montenapoleone, tanto stavo su di giri, un po' come lei:

vengo importunata da un ragazzo parecchio tamarro.

Ragazzi, non ,me la voglio tirare, ma era veramente un truzzo patentato. Comunque scopro che è un giocatore di calcio di una squadra brianzola...che faccio, accetto l'invito su Facebook? Già mi immagino intervistata da Signorini su Chi e il solito monotono clichè della velina col calciatore. Insomma che volete se frequentiamo gli stessi ambienti? ;)


Alla fine di tale giro demenziale, mi reco alla Rinascita, sempre alla ricerca di una borsa. Purtroppo a meno di 700€ non ho trovato niente di mio gradimento (anche perchè non c'era niente sotto quella cifra, a dire la verità). Quindi me ne sono andata a casa, ma il non shopping mi ha rigenerata.
Ah ecco stavo dimenticando.
Al piano -1 della Rinascita hanno fatto un super cool reparto New Design. Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare....caffetiere a forma di orologi, orologi a forma di caffettiere, macchinine porta sale (40 euro), sale porta macchine...amenità inspiegabili.
O forse sono io che come al solito non capisco!!!


martedì, luglio 28, 2009

[Se Polemizzando] Scusa ma ti chiamo Falso Artista punto


Date le numerose richieste ricevute via Facebook, ho acquistato il nuovo tomo Mocciesco “Scusa ma ti voglio sposare”.
Ero a Napoli il 1 Luglio, quindi mi sono recata alla Feltrinelli. E nonostante a Napoli non conosca nessuno, lo stesso me lo sono fatta impacchettare, come se fosse un regalo.
Girare col tomo mocciesco sotto braccio è un’onta da evitare sempre ovunque e comunque.

570 pagine di letteraria spazzatura. Che non si può nemmeno riciclare. Alla data attuale sono a pagina 274.
Una noia mortale. Un fastidio nauseante che ti accompagna, anzi aumenta, pagina dopo pagina.
Non succede niente se non 2 fatti in croce. In 274 pagine.
Si potrebbe controbattere che anche in James Joyce non succedeva niente ma c’era introspezione psicologica.
Qua nemmeno quella. A meno che, come introspezione psicologica non ci facciamo bastare l’unica definizione che ne può derivare: mentecattezza totale vacua.

Cacchio con Lansdale dopo 15 pagine c’è già un morto di morte violenta o una mega scazzotata.
Qua niente di niente (a meno che un Santo, a pagina 15 vada a casa di Moccia munito di oggetto contundente …ma non credo sia successo).

Visto che di spunti ne ho già parecchi, inizio con la prima parte della recensione. Appena avrò finito di leggere queste pagine di massacro alfabetistico, posterò la seconda parte.

Anzi per facilitare il compito di voialtri lettori, divido in capitoletti tematici, come faceva quell’altro tomo liceale ossia l’antologia di italiano con la copertina giallino_ocra, che era divisa in 27 tomini (non il formaggio) per ogni epoca, ognuno pesante 12kg.

NOTA A MARGINE: Ecco ma io mi chiedo: i nostri figli e i figli dei nostri figli avranno quella stessa antologia aggiornata? E per gli anni 2000 troveranno il capitolo “Moccia Federico” ???
Mioddiooooooo, come si fa a mettere al mondo figli in questo mondo barbaro?

Moccia e la Questione finestra.
Dichiarazione d’amore di Alex (40 anni suonati) a Niky (19enne all’anagrafe, mentali ne ha una dozzina). Ovviamente condita con effetti speciali e trovate letterarie da far invidia allo sceneggiatore della migliore teen drama americana.
Il risultato è accaponimento della pelle e grasse risate.
Alex fa scrivere: “Si, Scusa ma ti voglio sposare!” sulle finestre di un grattacielo a NY mentre è in elicottero con la sua amata.
Moccia ci dice che sta tutto all’ultimo piano su un lato e che tutt’ad un tratto si illuminano le finestre.
Opzione 1.
1 finestra= 1 carattere, per un totale di 31 finestre a lato del grattacielo, che ci può stare. Ma come si fanno le lettere? Con dei neon accesi attaccati alle finestre? Ma allora che si legge da un elicottero? E che han detto alle segretarie / Amministratori Delegati seduti vicino a quelle finestre: “Scusa ma un cretino deve scrivere “scusa ma ti voglio sposare” e dobbiamo attaccare questi neon”?

Opzione 2
L’altra opzione, sicuramente più leggibile dall’elicottero, è che le finestre siano usate come i digit della calcolatrice (15 finestre in tutto, 3 di larghezza e 5 di lunghezza, il minimo necessario per fare una lettera). Solo che così, innanzitutto servono almeno 6 piani (c’è anche la virgola di “Si,”) e soprattutto almeno 96 finestre per lato.
Da brava ingegnere non architetto ho fatto dei conti ragionando per difetto e ipotizzando una finestra larga 1 m e distanziata dall’altra di 50 cm: occorrerebbero, per difetto tengo a sottolineare, 144,5 m di lato agli ultimi piani per contenere le 96 finestre.
Io non sono architetto, ma mi pare che un grattacielo così sia un insulto alla fisica e alla legge di gravità.

Vabeh comunque sia, non servono i conti per dire che sta trovata è pura follia della mente umana.
Perché possono intortarci ore e ore con sta storia dei sogni, ma per piacere, questa non è realtà, è trametta da fiction, da fantasy scombiccherato, da favoletta vuota e superficiale.

La mia chiosa finale è: al di la di tutte ste finestre, di cui sinceramente non importerà a nessuno, Moccia è da DEFENESTRARE. E su tutte le 96 finestre calcolate.

L’excel dove ho fatto i conti:


Moccia e il suo credo politico.
Durante la recensione al primo tomo mocciesco, ero andata su wikipedia, per vedere qualche citazione antiMoccia.
Trovai solo questa di Rivera del 22 dicembre 2008:
Con i suoi libri si arricchisce rincoglionendo intere generazioni”.

Rivera :



è un comico a cui già il megliopeggio espresse piena solidarietà quando fu tacciato di terrorismo dalla Chiesa per aver detto:


"Io non sopporto, non sopporto che il Vaticano abbia vietato i funerali a Piergiorgio Welby, non lo sopporto. E invece l'ha permesso a Pinochet, a Franco e a un componente della banda della Magliana.”
http://megliopeggio.blogspot.com/2007/05/se-polemizzando-il-concerto-del-1.html
(Non posso trattenermi: Rivera, un comico reo di aver espresso un’opinione tra l’altro condivisibile, è un terrorista su cui scagliarsi il mattino dopo. Su Silvio niente di niente).

Tornando a noi, ecco un breve stralcio della biografia di Rivera, copiata da Wikipedia:

Andrea Rivera (Roma, 23 marzo 1971) è un attore e cantante italiano, conosciuto anche per i suoi interventi comici (nei panni di un "citofonista") nella trasmissione Parla con me di Serena Dandini.

Ecco, ricapitolando, ricordiamo quindi di Rivera:
- Interventi comici citofonando alla gente
- Palesemente di sinistra
- Contro Moccia

Bene.
Arriviamo al punto e traiamo le conclusioni.
Moccia, poverello, deve essersela presa contro le esternazioni del Rivera.
Ecco quindi che, ad un certo punto compare nel libro tale Renato Materia “il falso artista di Sinistra”.
E Renato Materia è la personificazione del nostro Rivera.
Quindi Moccia si vendica e gli fa accadere le peggiori cose.
Facendolo apparire ad esempio come un burattino vuoto e sedicente. Criticando i girotondi, criticando la satira di sinistra, criticando chi critica i suoi luchetti del menga.
Ecco qua, testuale del libro, le prove inconfutabili.

Alex: “Ah ho capito chi è, quello che fa finta di essere di Sinistra…l’abbiamo chiamato per una pubblicità(…) dove tutto andava in beneficenza e ha chiesto un cachet altissimo(…) Barba incolta, maglione girocollo a pelle (n.d.F. Cos’è???) …tutto per apparire in tv, dove dice di essere il portavoce del popolo, di saper ascoltare la sua rabbia e quelle cose lì… Sono tutti così. Sai quanti nomi potrei farti?”

Renato Materia, il giovane e aitante artista di sinistra, almeno così si professa nel volantino. (…)” si presenta all’università ad una sorta di manifestazione. Rappa così in aula magna:
“Bugiardi e ladri, falsi politici, guru fanatici, da questo mondo toglietevi di torno e giù le mani dal nostro girotondo(…) Bugiardi e ladri, falsi politici, guru fanatici, piuttosto innamoratevi e andate a quel bel ponte, incatenatevi con tanto di lucchetto e con quella chiave fate voi il bagnetto…un bel salto e giù dal parapetto. E noi liberi.”
(n.d.F. non ce la faccio…citatemi Dante per compensare…)


Ma i contestatori lo prendono a insulti e ortaggi e lo vogliono picchiare.
Da ogni lato della sala parte una pioggia di verdura andata a male(…). Adriano Mei continua la sua personalissima lotta al megafono: “Buffone, bugiardo, falso artista di sinistra! (…)Sei uno sporco figlio del sistema. Levati quella barba fatti crescere qualcos’altro” (n.d.F. uhuh che insultone)
E continuano così allegri e divertiti (n.d.F. ah beh che simpatia) a innaffiare il povero Renato Materia(…) fino a quando, tirato con grande precisione e forza,un uovo non lo centra in piena fronte, esplodendo sul suo viso e costringendolo a una vergognosa ritirata.”Bastardo! Bastardo!”. Il gruppo comandato da Adriano Mei (…)alla fine parte con una specie di carica, tanto che il povero Materia è costretto a fuggire.
(n.d.F. Vergognosa ritirata? Moccia proviamo con te, troviamo una 50ina di tuoi detrattori che ti tirano uova putrescenti e ti inseguono per menarti…poi ne riparliamo ok?)”

Così il “povero” Materia si rifugia in macchina dopo che i simpatici e allegri contestatari l’hanno seguito. Il dialogo col suo manager:
Si può sapere perché si sono incazzati così?Che hai detto?”
“Macchè non ho detto nulla!Stavo facendo il solito pezzo…quella cacata sui politici e i lucchetti (…) Senti un po’ questa: ”Una sinistra costruttiva è quello che ci serve, un uomo intelligente che lavora con la mente, non solo girotondi ma pensieri più profondi. Com’è?” (n.d.F. “E uscimmo a riveder le stelle”)
“Ottima Renà. …E’ con roba come questa che torni a fa credere in te e nelle tue parole… Pure quell’idea dei citofoni la devi abbandonare. Ormai è vecchia.”


No ma dico…ma quanto si deve essere miseri per vendicarsi in maniera letteraria di un comico che ti ha criticato? Penoso.
Di nuovo: piena solidarietà a Rivera

PS: Bello questo articolo del Giornale su Moccia: http://bur.rcslibri.corriere.it/docs/6391.pdf .
Ecco adesso posso seriamente andare in bagno a vomitare.

[Se Polemizzando] 0 assoluto


No, oggi sono buona.

Non mi dispiacciano nemmeno più di tanto gli Zero Assoluto, anche se un po' appartengono a quel mondo che noi "Acidi_Cinici" disprezziamo tanto.

Ossia i Cesaroni, i Moccia, la romana gioventù, la melassa diabetica dei bbbuoni sentimenti.

Quello che mi chiedo con una certa perplessità è perchè uno dei due (non chiedetemi i nomi, riconoscere i nomi di un duo è sempre difficile, peggio del riconoscimento di due gemelli omozigoti) si fa sempre i caccaci suoi.

Nelle foto guarda sempre da un'altra parte, ovviamente dove non c'è l'obbiettivo.

Nelle canzoni, canta una frasetta del ritornello e per il resto canta l'altro...!

Ma che duo è?

venerdì, luglio 24, 2009

[Inquietudini] Preghiera Fradalliana

In una crisi mistica religiosa ho pensato a questa preghiera. Spero sia accolta nell'alto dei cieli



video

mercoledì, luglio 22, 2009

[Se Polemizzando] Le buffe esternazioni di Veronica Maya

Antefatto.

L'ex direttore di Rai1 promosse a rango di presentatrici una serie di ragazze / vallette. Tra queste tale Veronica Maya.

Ora, sinceramente non conosco il loro tasso di bravura perchè non ho mai guardato i loro programmi, c'è da dire che a pelle tendenzialmente mi stanno un po' antipatichine.

Però a leggere questa dichiarazione della Maya, ecco, rabbrividisco più di quanto mi stia facendo rabbrividire l'aria condizionata e 15° in ufficio (ecco, non fatemi polemizzare pure su quello):

“Mi ero preparata molto: un programma in prima serata era davvero una grande sfida per me. Perciò, dopo la prima puntata, quando mi hanno dato la notizia che non sarei più andata in onda a causa dei bassi ascolti, sono caduta nella disperazione. Tornata a casa, mi sono chiusa in camera a piangere. Anche Aldo non mi era di alcun conforto. Allora è entrato in camera e mi ha messo in mano un rosario dicendomi: ‘Se non ti posso essere di aiuto io, sicuramente ti è d’aiuto il Signore'. Io ho iniziato a pregare forte, recitando il Padre nostro e l’Ave Maria e mi sono sentita più serena”.

Ma dai....sta qua che urla e piange PADREEEE NOSTROOOOOO UAAHAHAH CHE SEI NEI CIELI SIIIGHGHGHGHGH

Cioè è una scena talmente ridicola che potrebbero sceneggiarla.
(la battuta finale è una mia licenza poetica, spero non mi sia revocata...la licenza!)
Maya: "uehueueue mi hanno chiuso il programma" (battendo i piedi per terra)

Aldo (??): "Ma dai Cara, c'è di peggio a questo mondo, pensa ai poveri bambini dell'Africa che hanno tanta fame, hanno famissima, vorrebbero tanta pappa"

Maya: "ueheueheuehue"

Aldo: "Orsù, pensa allora alla cassiera dell'esselunga con quei brutti e alquanto dozzinali camici blu"

Maya: "Oh Aldo caro, c'eri quasi riuscito a risollevarmi con la storia della cassiera ... ma....UAHAHAUAHHA"

Aldo: "Se non ti posso essere di aiuto io, sicuramente ti è d’aiuto il Signore"
(musica di Ateam e le porge il rosario)

Maya: "PADREEEE NOSTROOOOOO UAAHAHAH CHE SEI NEI CIELI SIIIGHGHGHGHGH PIENA DI GRAZIA , IL SIGNORE E' CON TEEEE"

Signore: "A' zozza che ti strilli" (con accento smaccatamente di trastevere)
Update: ah ecco chi è sto Aldo...un tronista. Forse a Signore, potevo far rincarare la dose!

venerdì, luglio 17, 2009

Classifica

Dopo decenni di lotte femministe, suffragette, cheerleader, ecco un ulteriore debacle.
Dopo anni e anni di evoluzione del cervello e del pensiero umano, siamo arrivati al capolinea.

Ho infatti appena stilato una classifica personale dei cartonati più belli della storia dell'umanità.


3 Posto

Al terzo posto troviamo, lui, lo Spice Boy.


Troneggiante su tutta Brera col suo scettro.
Foto artistica in bianco e nero con ombreggiature degne solo del miglior Caravaggio.
Un must del cartonato.
2 posto
C'è un tizio fichissimo che telefona. Sta pubblicità (tim o telecom non ricordo) è appesa a tutte le fermate dell'autobus, in modo tale che la sciura con 3 sportine dell'Esselunga e il cane al guinzaglio abbia un ulteriore chance di cadere scendendo gli alti gradini del tram osservando il gradevo giovinotto.
Ma il tizio è veramente fichissimo. Io al momento non sono ancora inciampata.
Purtroppo non riesco a reperire la foto.

1 Posto
Rullo di tamburi.....
Eccolo qua, il macio targato D&G in tutte le fermate metropolitane, il toro per cui andremmo volentieri a Pamplona, il bronzo di Riace da non lasciare chiuso in un museo ad ammuffire:


Bene
con questa classifica demenziale credo di aver raggiunto la mia buona azione quotidiana di trash !

giovedì, luglio 16, 2009

[Fradalla vs Vip] Fradalla vs Ringo

Lunedì ho incontrato un VIP.
Mi rincresce parecchio dirlo, ma ho perso l'ispirazione, non trovo niente di simil spiritoso o pesudo buffo per raccontare il fatto o per arricchire l'aneddoto.
L'unica cosa che posso dire è ho incontrato vicino a un bar il DJ Ringo, tutto meshato e parecchio invecchiato da come lo ricordavo alla prima Isola dei Famosi.
Poi sono tornata a lavorare.
Ecco probabilmente sta lì la colpa delle mie defiance letterarie.
Chi è che diceva che il lavoro nobilita l'uomo? Hitler forse?...ah ecco!

sabato, luglio 11, 2009

[Look the Look] Cosa mi tocca dire


Mi tocca.

Quando ci vuole, ci vuole. Anche se fa molto male tale ammissione.
Ho guardato tutte le foto delle first lady al G8.
E andando contro alla stampa comunista, mi tocca dirlo: La Carfagna Mara, Ministro delle pari opportunità, era ineccepibilmente impeccabile al G8.
Elegantissima. Più della Signora Obama.

A me il giallo canarino di Ms. Obama non convince proprio per niente. Per non parlare della spillaccia verde.
Eh vabeh crocifiggetemi, ma sio sono cresciuta col diktat: col nero non si sbaglia. Never.

giovedì, luglio 09, 2009

[Fradalla vs VIP] Scontro Epocale

Dopo 4 anni di blog e di megliopeggio.

Dopo 4 anni di lamentazioni per ciò che non mi andava e di lamentazioni verso chi si lamentava che io mi lamentavo.

Dopo 373 post.

Dopo circa 15 post specifici di denigrazione.

Dopo 2 anni di scontri vippistici a Milano nella vana speranza di incontrarlo.

Di incontrare Lui, il re del Male.

Il re di Vallettopoli.

Il re del Malcostume.

Lui, “l’ispiratore di questo blog”, il responsabile del “suo far schifo nel suo orrendo blog” come mi disse un caro amico.

Il destinatario preferito delle mie invettive e polemiche.

Il fine ultimo, il mezzo, la causa primaria, il big bang, il brodo primordiale, l’essere uno e trino, il demone di Socrate, il demiurgo di platone, il visnù, il gotha, (oh mi fermate?)

insomma colui che ha propagato e diffuso trash abietto volgare basato su tette_culi_figa_3neuroni3, … E’ QUI!!!!!

Ho incontrato Lele Mora in un locale di Napoli. Ecco la foto, perché come sempre, dico cazzate ma veritiere.

Era di un viscidume unico: si strafogava di prosciutto crudo e di cozze, spalpognava il tizio che aveva di fianco (uno normale, non un tronista) e credo pure si sia messo a fissare il mio collega.

La frase che volevo dirgli e che ho pensato era: “Signor Lele, in Italia ce ne sono di bigotti…ma sempre troppo pochi per uno come lei”

Purtroppo non ce l’ho fatta.

Ho perso miseramente.

Ma se avessi vinto avrei dovuto chiudere baracca e burattini.

Invece no…si è mai visto nei migliori telefilm americani che fila tutto liscio subito?

Quindi direi che possa iniziare la seconda serie.

mercoledì, luglio 08, 2009

Varie

Capitolo 1
Sull' Elisabetta Gregoraci Briatore Marketing

Vorrei porre all’attenzione vostra il seguente sito trash made in Elisabetta Gregoraci Briatore:http://www.billionairejunior.com/ita/

(A dire il vero, questa oscenità internettiana me l’ha consigliata il fantastico sito delle Malvestite di Betty …Gran bel blog…dico solo che il mio blog sta al suo come una cantante del coro dello Zecchino d’oro sta a Courtney Love… )

Si pubblicizza una nuova linea del brand “Bilionaire”, ossia vestitini per giovani rampolli.

Sfondo blu con foto di Elisabetta Gregoraci Briatore che occhieggia e boccheggia…la bocca turgida sempre aperta come dire “ammazza quanto son sensuale” sta a ricordarci il suo passato ossia come divenne famose ossia come fece favori sotto un tavolo di un dirigente.

Leggo:

“Un marchio esclusivo riferito al mondo del lusso esprime, attraverso i prodotti junior, linee morbide e ricercate per uno stile radical-chic da vivere in ogni situazione.
La cura dei materiali, lo studio meticoloso dei particolari, conferiscono massima qualità ad un progetto inconfondibile per futuri uomini e donne di successo.”

A parte che “prodotti junior” è un’aberrazione del marketing o comunque un concetto fuffologico poco intellegibile, io un figlio RADICAL CHIC non lo vorrei mai e poi mai.

Deve essere di un’antipatia unica.

Che poi devo ancora capire come un bambino vestito fighetto, se è questa l’accezione che vogliamo dare a “radical chic”, possa vivere in ogni situazione, tipo che ne so, mentre gioca con lo scivolo, mentre fa la pappina con la terra, mentre fa la cacca nel vasino...ah già ma queste sono cose da proletari.

Come diceva un mio professore: il 99% di internet è inutile. Come non essere d’accordo?…del resto la mente che ha partorito questa cagata immane è la Gregoraci.

Capitolo 2
Sulle diatribe tennistiche

Anche il megliopeggio partecipa all’annosa questione “il tennista Federer è davvero il numero 1”?

Dal momento che di tennis so solo che si gioca in 2 divisi da una rete, il mio implacabile quanto competentissimo responso è:

“ Si, Federer è un campione al 100% perché è veramente un gran figo”.




lunedì, luglio 06, 2009

[Se Polemizzando] Se il buongiorno si vede dal mattino

Non vorrei mai tirarmela, perchè può sempre andare peggio...però vi prego... mobbasta!

Stamattina, a parte che dalle mie parti sembrava di stare "A Novembre" (come cantava la Giusy) da tanto c'era freddo e umido, nell'ordine:
  • apro la sportella della macchina, appoggio il piede sulla terraferma e ovviamente becco la pozzanghera di turno.
  • il trenino fa 1 ora di ritardo
  • nel mentre aspetto che si aprano le porte per scendere dal treno, osservo mamma con bimbetto suppergiù di anni 3. Il bimbetto all'apparenza è tanto carino: ricci biondi, occhioni, sorrisoni...io lo saluto con la manina e anche lui. Poi mentre scendo dalle scalette del treno mi sento pizzicare il mio popò (per rimanere in tema fanciullesco). Giuro, un pizzicotto in piena regola. Mi giro, col mio fare battagliero...beh c'era mica il fanciullino dietro di me? Hai capito il bambino bello e buono?
  • rimango chiusa in ascensore per 5 minuti e manco c'era un figone come accade nei migliori film
  • rischio l'assassinio in Piazza Cavour, Milano, causa taxista pirata impazzito...ma l'ho sfangata!

A presto!

mercoledì, luglio 01, 2009

[Se Polemizzando] ORRORE

ULTIMA NOTIZIA

Devo ancora ristabilirmi da “Scusa ma ti chiamo Amore” quand’ecco che leggo su Repubblica la notizia ufficiale (fino adesso ho sperato non fosse vero): oggi esce il continuo “Scusa ma ti voglio sposare”.

Sinceramente non capisco di cosa possa parlare….!
Saranno altre pagine di sproloqui e amenità.

Da qui il dilemma: lo compro?

Ho fatto la Pro & Cons List (termine fuffologico di cui mi sono vergognata al momento stesso della battitura)

I PRO:

- nuovo post

- nuova roba di cui sparlare

- divertimento finale nello sberleffo mocciano

I CONS

- Costo del libro, ossia soldi buttati nel cesso, in cui si tira lo sciacquone, si passa dal macero e si ripassa dal via senza passare dalla prigione

- Lettura forzata di un mostro letterario

- Visita dallo psicologo conseguente

Che faccio? Via al Televoto.